INFLUNZA SUINA: spam SUINO…

maiale volante.gifCresce la paura per il contagio e con questa la mole di messaggi a rischio

Mentre crescono i casi di febbre suina, pare che la paura abbia generato una frenesia di email di spamming, che sfruttano la situazione di preocuppazione dell’opinioine . Gli esperti di sicurezza di Symantec stanno monitorando lo spam e continuano ad analizzare i pericoli dei messaggi associati a questo fenomeno.

In passato, le campagne di spam collegate a eventi drammatici del genere portavano all’invio di messaggi malevoli, in cui l’utente veniva invitato a cliccare su link che sembravano condurre a siti innocui o video correlati. Questa volta, invece, l’obiettivo degli spammer e’ raccogliere indirizzi email, con lo scopo di crearsi un database per i prossimi attacchi.

Uno dei messaggi più diffusi informa chi lo riceve della situazione, inserendo link a titoli di notizie pubblicate da note agenzie di stampa. Agli utenti viene chiesto se si trovano negli Stati Uniti o in Messico e se conoscono qualcuno che e’ stato contagiato. Possono anche condividere le diverse esperienze completando un questionario o raccontare la propria storia scrivendo a un indirizzo email o chiamando un numero telefonico.

Cosa fare per evitare pericoli: al solito ragionare prima di agire. Gli utenti hanno banalmente da evitare di aprire messaggi di servizi di informazion a cui non sono abbonati, specialmente se contengono link sospetti o allegati potenzialmente malevoli, e prestare la solita attenzione alle email che arrivano inaspettatamente e da fonti sconosciute.

INFLUNZA SUINA: spam SUINO…ultima modifica: 2009-05-03T12:54:00+02:00da milionidieuro
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento